ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il presidente Chavez sospetta complotto per il propagarsi del cancro ai vertici latinoamericani


Argentina

Il presidente Chavez sospetta complotto per il propagarsi del cancro ai vertici latinoamericani

Si dimostra solidale l’Argentina verso la presidente Cristina Fernandez de Kirchner, affetta da un cancro alla tiroide.

“Auguro il meglio al nostro presidente – dice una giovane – Non importa a quale fazione politica appartengo. Spero che si riprenda in fretta”.

La presidente argentina che si sottoporrà ad un intervento il prossimo 4 gennaio, ha detto che la malattia le è stata diagnosticata durante un controllo di routine.

Il vice presidente prenderà le redini del paese per i prossimi venti giorni.

“Prima di tutto – dice Cristina Fernandez de Kirchner – voglio ringraziare per l’affetto dimostrato gli argentini e i collaboratori di governo. Non potete immaginare chi ha mi ha chiamato immediatamente ieri notte per esprimermi solidarietà. Dopo aver finito di lavorare ho risposto al telefono e dell’altro capo c’era Hugo Chavez Frias. É stato il primo presidente a chiamarmi”.

Il presidente venezuelano sospetta che dietro le malattie ci sia un complotto.

“Sarebbe cosí strano immaginare – ha detto Chavez – che gli Stati Uniti abbiano inventato la tecnologia che induce al cancro? Non lo so con certezza, sto rendendo pubblico un mio pensiero, ma è davvero molto strano che tutti noi siamo malati di cancro”.

In America Latina negli ultimi mesi la malattia è stata riscontrata oltre che a Chavez ai brasiliani Lula e Dilma Roussef, il presidente paraguaiano Fernando Lugo e la coppia argentina Kirchner.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Trovato accordo per nuovo governo in Bosnia Erzegovina