ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Decine di morti nel raid. Ankara replica: "Erano del PKK"

Lettura in corso:

Decine di morti nel raid. Ankara replica: "Erano del PKK"

Dimensioni di testo Aa Aa

Guerra di interpretazioni sul raid dell’aviazione turca che ha fatto decine di vittime nei pressi del confine con l’Iraq.

Da Ankara i vertici dell’esercito si oppongono alla versione delle autorità locali, situando l’attacco in territorio iracheno e smentendo la presenza di civili nella zona.

L’area interessata è costantemente nel mirino del governo turco, perché considerata uno dei bastioni organizzativi del Partito dei Lavoratori Curdo.

Il sindaco di Uludere, villaggio non lontano dai luoghi del raid, aveva riferito di 30 persone rimaste uccise, alcune delle quali note per attività di contrabbando. Un insieme di elementi che suggerisce prudenza nelle interpretazioni e non consente di escludere l’ipotesi di un errore dell’aviazione, accreditata dalle autorità locali.

Nel loro primo comunicato sul caso, le forze armate turche hanno dal canto loro giustificato l’attacco con l’alta concentrazione di basi del PKK nella regione e con l’identificazione, da parte dei droni, di un nutrito gruppo di persone che si apprestava ad entrare nel Paese dal confine iracheno.