ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Cina punta a una transizione morbida in Corea del Nord

Lettura in corso:

La Cina punta a una transizione morbida in Corea del Nord

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ambasciata nordcoreana di Pechino espone la bandiera a mezz’asta.

E’ un giorno di lutto che il potente vicino cinese condivide con il paese alleato. Il vertice sino-giapponese in corso in queste ha confermato che qui, nella capitale cinese, la transizione in corso a Pyongyang viene seguita passo passo.

Le manifestazioni di cordoglio, i pianti di massa per dire addio al “Caro Leader” Kim Jong-Il, toccano la gente della strada. “Tutta quelle persone in lacrime mi hanno scosso, emozionato” spiega una giovane donna cinese.

“Porgiamo al popolo norcoreano le nostre sincere condoglianze. Questa è l’occasione per riconfermare ai nostri vicini la nostra simpatia. Speriamo che il futuro sia fatto di pace e stabilità”. L’augurio di un anziano passante è identico a quello formulato dalle autorità cinesi che in virtu’ della relazione privilegiata con Pyongyang oggi hanno approfittato del vertice bilaterale con il Giappone per rassicurare i diplomatici del Sol Levante.

“Certamente qualcuno avrà pensato che la transizione in corso potesse servire ad un indebolimento del regime – spiega un professore dell’Istituto di Studi Politici Narushige Michishita – ma ogni cambiamento pare improbabile perchè i dissidenti sono stati ridotti al silenzio nel corso di tutti questi anni”

La Cina è il principale partner commerciale della Corea del Nord e il perno del Sestetto diplomatico che ha in mano il dossier del nucleare nordcoreano.

Pechino ha in mano tutte le leve per influenzare e tenere sotto controllo eventuali sussulti provenienti da oltrefrontiera