ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: opposizione ad osservatori "denunciate le violenze"

Lettura in corso:

Siria: opposizione ad osservatori "denunciate le violenze"

Dimensioni di testo Aa Aa

Almeno 70mila siriani sono scesi in strada a Homs mentre gli osservatori della Lega araba giungevano in città. La polizia ha respinto il loro tentativo di entrare nella piazza principale con lanci di lacrimogeni. I manifestanti si sono quindi radunati a Khalidiya, una delle zone più martoriate dalla repressione del regime di Bashar al-Assad.

In un video tratto da youtube, si vede un membro della delegazione della Lega araba intrattenersi con un gruppo di oppositori. Uno di loro chiede di andare a Baba Amr, dove la repressione va avanti con decine di esecuzioni.

La delegazione si rifiuta, poi si sente uno sparo e abbandona in fretta l’area.

Con l’arrivo del team della Lega araba, il regime ha ritirato alcuni carri armati dalla periferia di Homs. Secondo gli attivisti, le autorità avrebbero inoltre fatto sparire dall’obitorio cittadino centinaia di cadaveri e trasferito i detenuti in basi militari, dove gli osservatori non hanno accesso.

La notte scorsa, intanto, le forze di sicurezza hanno portato a termine un’altra massiccia offensiva contro i ribelli, uccidendo – secondo fonti dell’opposizione – oltre 30 persone.

Altri bombardamenti sarebbero stati portati a termine nel villaggio di Al Inshaat.