ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: previsti in piazza 10.000 militanti della laicità

Lettura in corso:

Israele: previsti in piazza 10.000 militanti della laicità

Dimensioni di testo Aa Aa

Rafforzata la presenza della polizia israeliana a Beit Shemesh, nei pressi di Gerusalemme, dopo

gli scontri di ieri tra forze dell’ordine ed ebrei ultraortodossi.

I religiosi chiedono infatti la segregazione delle donne e l’imposizione alle stesse di un abbigliamento più “modesto”.

Oggi in città è prevista una manifestazione durante la quale scenderanno in piazza 10.000 militanti della laicità.

“Non so spiegare cosa sia successo nelle ultime settimane” lamenta una donna “perché la situazione é catastrofica da anni. Tutto questo non ha avuto inizio oggi. Ora tutti si indignano perché una bambina di otto anni ha ricevuto sputi e insulti da parte degli ultraortodossi, ma quando la stessa cosa è successa a me un anno e mezzo fa, nessuno ha battuto ciglio. Spero davvero che sia finita”.

Il presidente israeliano Shimon Peres invita quindi la cittadinanza a mobilitarsi.

“La manifestazione di oggi” spiega Peres “non sarà un banco di prova solo per la nazione, ma anche per la polizia. Tutti noi, religiosi, laici, conservatori dobbiamo difendere strenuamente l’immagine dello stato di Israele”.

Al grido di “Nazisti, nazisti” i religiosi hanno apostrofato gli ufficiali di polizia, che li portavano via dal luogo della contestazione.

Un poliziotto è rimasto leggermente ferito da un lancio di pietre. Fermati e interrogati, inoltre, numerosi manifestanti.