ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina: 10 anni di prigione al dissidente Chen Xi

Lettura in corso:

Cina: 10 anni di prigione al dissidente Chen Xi

Dimensioni di testo Aa Aa

La Cina condanna a dieci anni di carcere per sovversione il dissidente 57enne Chen Xi. La sua colpa: aver criticato il regime in 36 saggi pubblicati su siti internet stranieri. Il processo è durato poche ore, riferisce una ong.

“Al termine del processo – racconta la moglie -, Chen Xi ha detto: ‘Sono una persona che rispetta la legge, quindi rispetto il verdetto della Corte. Non ricorrerò in appello, ma sono innocente.’ Questa è stata la sua posizione alla fine.”

Chen Xi aveva partecipato al movimento democratico di Tiananmen nell’89 ed era già stato in carcere dal ’96 al 2005.

Il ministro dell’interno cinese, rispondendo a un giornalista, ha commentato così la notizia: “Non conosco i particolari del caso che lei cita. Vorrei sottolineare che la Cina è uno Stato di diritto. Le autorità giudiziarie lavorano in accordo con la legge.”

Chen era stato arrestato a febbraio nel quadro di un giro di vite contro gli oppositori, dopo una serie di appelli a manifestazioni ispirate ai movimenti della primavera araba.

La sua condanna è una delle più pesanti, per reati politici, dopo quella decreatata 2 anni fa contro il Premio Nobel Liu Xiaobo.