ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, vicepremier: "Sarkozy promise di bloccare la legge sul genocidio"

Lettura in corso:

Turchia, vicepremier: "Sarkozy promise di bloccare la legge sul genocidio"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’approvazione della legge francese che vieta la negazione del genocidio degli armeni e che ha fatto infuriare i Turchi, avrebbe violato un tacito accordo tra Parigi e Ankara. E’ la nuova accusa che il governo turco muove alla Francia, dopo averle rinfacciato di aver perpetrato un genocidio in Algeria durante il periodo coloniale.

“Ho visto coi miei occhi – dice il vicepremier turco Ali Babacan – il Signor Sarkozy promettere al primo ministro e al presidente che non avrebbe lasciato approvare questa legge in Parlamento. Aveva detto che c’era questa iniziativa, ma di non preoccuparsi perché non l’avrebbe fatta approvare. Ma ora il suo entourage ci fa sapere che non vuole essere tirato in ballo, in vista delle elezioni.”

Il testo approvato dall’Assemblea nazionale francese prevede un anno di prigione e 45.000 euro di ammenda per chi nega il genocidio armeno, che la Francia ha riconosciuto nel 2001. Ankara ha richiamato in patria l’ambasciatore e ha annunciato il congelamento della cooperazione politica e militare tra i due Paesi.