ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Natale, tra messaggi d'umiltà e pulsioni commerciali

Lettura in corso:

Natale, tra messaggi d'umiltà e pulsioni commerciali

Dimensioni di testo Aa Aa

L’appello all’umiltà e alla ricerca dei valori veri, il desiderio di pace e il kitsch: Natale è tutto questo.

Sta nelle parole del Papa, che ha celebrato la messa nella Basilica di San Pietro: Benedetto XVI, nella sua omelia, ha chiesto di pregare per tutti quelli che vivono il Natale in povertà, nel dolore, o che sono costretti a migrare.

E poi ha lanciato un’esortazione a riscoprire il senso dell’umiltà: “Oggi il Natale è diventato una festa dei negozi, il cui luccichio abbagliante nasconde il mistero dell’umiltà di Dio. Natale ci invita all’umiltà e alla semplicità”.

Concetto ribadito anche a Betlemme, nella Chiesa di Santa Caterina: lì la messa, alla quale ha assistito anche il Presidente dell’autorità palestinese Mahmoud Abbas, è stata celebrata da monsignor Fouad Twal, massima autorità cattolica romana in Terra Santa.

“Vogliamo la pace, la stabilità e la sicurezza in tutto il Medio Oriente”, ha tra l’altro detto il patriarca latino di Gerusalemme, nella sua omelia.

Umiltà e speranza di pace dunque per il Natale, ma la ricorrenza è anche quella di Santa Klaus, e in America è l’aviazione a fornire oggi anche un’applicazione per lo smartphone per monitorare il percorso di Babbo Natale, rassicurando così i bambini preoccupati per la consegna dei loro doni. “Ma dovete essere addormentati, altrimenti non arriva”, avvertono i militari della base di Peterson, in Colorado.