ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen: Saleh se ne va negli States, ma tornerà

Lettura in corso:

Yemen: Saleh se ne va negli States, ma tornerà

Dimensioni di testo Aa Aa

Si ritira, ma non del tutto: Ali Abdullah Saleh lascia la presidenza yemenita, come stabilito nell’accordo firmato con l’opposizione, ma non rinuncerà a un ruolo politico. L’inamovibile presidente – sin qui per trentatré anni al potere -, ferito in giugno durante un attacco alla sua residenza, ha detto che andrà negli Stati Uniti, non per curarsi ma per non ostacolare con la propria presenza la transizione. Ma tornerà: “Lascio il potere, ma proseguirò le mie attività politiche in seno al Congresso Generale del Popolo, e farò parte dell’opposizione”, ha detto.

L’accordo siglato il mese scorso prevede che a Saleh sia concessa un’immunità totale, in cambio del suo ritiro. Proprio contro l’immunità, chiedendo che venga invece processato, hanno manifestato alcune migliaia di persone, partite giorni fa da Taez, nel sud, e giunte nella capitale Sanaa. La polizia, schierata intorno ai palazzi del potere, ha aperto il fuoco: almeno nove i morti, secondo fonti ospedaliere.