ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Congo, governo: "una farsa l'autoproclamazione di Tshisekedi"

Lettura in corso:

Congo, governo: "una farsa l'autoproclamazione di Tshisekedi"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Congo resta nell’incertezza all’indomani dell’autoproclamazione di Etienne Tshisekedi, che, dopo aver denunciato brogli nelle elezioni del 28 novembre, si considera il legittimo presidente.

Il rivale di Joseph Kabila ha prestato giuramento a casa propria, anziché allo stadio di Kinshasa, dove la polizia ha impedito ai suoi sostenitori di radunarsi.

“Siamo venuti al giuramento del Presidente Tshisekedi – spiega una donna -, ma qui vogliono ucciderci. Guardi quei blindati, la polizia, gli idranti.”

Tshisekedi ha preannunciato che nei prossimi giorni pubblicherà il suo programma di governo.

Ma il governo ufficiale ha definito la sua autoproclamazione “una farsa”.

Al termine delle elzioni a turno unico del mese scorso, nonostante le diffuse irregolarità testimoniate anche dagli osservatori internazionali, è stato decretato vincitore il presidente uscente, Joseph Kabila.

Al suo giuramento hanno assistito gli ambasciatori di Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna, anche se Washington e l’Unione europea hanno sollevato dubbi sull’esito del voto.