ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: confermato il carcere per l'ex premier Timoshenko

Lettura in corso:

Ucraina: confermato il carcere per l'ex premier Timoshenko

Dimensioni di testo Aa Aa

Nessuna libertà per Julia Timoshenko. La Corte d’appello di Kiev ha respinto la richiesta presentata dall’avvocato dell’ex premier ucraino, in carcere da agosto.

I giudici hanno confermato per l’ex eroina della Rivoluzione arancione la sentenza di primo grado a sette anni di reclusione.

“Il ricorso presentato dalla signora Timoshenko e dal suo avvocato – ha detto il giudice Lylia Frolova -non viene accolto e il verdetto della Corte resta immutato”.

Dura la reazione del partito di Julia Timoshenko che vede nella conferma della sentenza la mano del presidente ucraino, nel tentativo di sbarazzarsi della sua principale avversaria.

“Dopo questa decisione il presidente Ianoukovich – ha detto Oleksandr Turchynov del partito della Timoshenko – smette di essere un presidente e diventa il dittatore di un regime criminale”.

L’ex premier è accusata di aver sottoscritto con la Russia accordi per la fornitura di gas sfavorevoli per il suo paese.

Oltre alla detenzione è stata condannata a rimborsare alla società generale di idrocarburi circa 150 milioni di euro.

Sul caso è già intervenuta nei mesi scorsi Bruxelles, che ha chiesto la liberazione dell’ex premier, per permetterle di partecipare alle legislative del prossimo ottobre. L’Unione Europea ha anche sottolineato che un importante accordo di collaborazione con Kiev dipende dal rispetto delle regole democratiche e dall’affaire Timoshenko.