ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia consiglia rimozione delle protesi al seno Pip

Lettura in corso:

Francia consiglia rimozione delle protesi al seno Pip

Dimensioni di testo Aa Aa

Il ministero della Salute francese ha raccomandato la rimozione delle protesi al seno di marca Pip. Una misura a titolo preventivo e senza carattere di urgenza, precisano da Parigi.

Il punto è che, a oggi, non è stato dimostrato un rischio accresciuto di contrarre il cancro. Ma gli impianti, riempiti di un silicone non conforme agli standard, potrebbero creare complicazioni in caso di rottura. Sono 30mila, in Francia, le donne con protesi mammarie di marca Pip.

Alexandra Blachere, presidente di un gruppo di sostegno alle pazienti, sostiene che la Francia non sia l’unico paese coinvolto. Pip era il terzo marchio al mondo in termini di vendite e l’87% delle protesi era destinato all’esportazione. “Le vittime potenziali sono 300 o 400 mila – dice – molte mi stanno contattando dall’Italia e dalla Spagna, e se ne parla anche in Venezuela, Brasile Ucraina”. Insomma, un allarme diffuso in tutto il mondo.

In Francia, i costi legati all’espianto saranno presi in conto dal sistema sanitario nazionale. Ma l’installazione di nuove protesi sarà rimborsata soltanto alle donne che hanno subito una chirurgia ricostruttiva, e non a quelle, la maggior parte, operate per motivi estetici.