ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ankara: Francia colpevole di genocidio in Algeria

Lettura in corso:

Ankara: Francia colpevole di genocidio in Algeria

Dimensioni di testo Aa Aa

Anche la Francia commise un genocidio in Algeria. L’accusa proviene dal premier turco Erdogan, in un crescendo di toni che rischia di allargare la frattura tra Ankara e Parigi.

Erdogan ha affermato che il 15% della popolazione algerina è stato massacrato dai francesi dopo il 1945 e ha accusato l’inquilino dell’Eliseo, Nicolas Sarkozy, di sfruttare la paura dei turchi a fini elettorali.

Il contenzioso nasce dalla legge approvata giovedì all’Assemblea nazionale, che punisce la negazione del genocidio armeno del 1915 ad opera dell’Impero ottomano.

“Non credo – sostiene una residente di Istanbul – che i governi stranieri siano a conoscenza dei fatti storici per formulare un giudizio obiettivo sulla questione armena. D’altra parte – aggiunge – il nostro governo non fa abbastanza per far conoscere la nostra storia all’estero”.

“Ci sono molti armeni in Turchia – afferma un suo concittadino – e abbiamo vissuto in pace per anni. Naturalmente questo non significa che, durante la guerra, non sia accaduto qualcosa”.

Come rappresaglia, Ankara ha sospeso le visite bilaterali con la Francia, ha richiamato il proprio ambasciatore a Parigi, e ha cancellato tutte le esercitazioni militari congiunte. Erdogan ha preannunciato ulteriori misure: resta da vedere quali, dal momento che i due paesi sono entrambi nella Nato e nell’Ocse.

Nel frattempo, l’iter del disegno di legge continuerà al Senato francese, ma potrebbero volerci mesi prima di una sua adozione.