ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Trasporti: disagi per gli scioperi in Francia e Belgio

Lettura in corso:

Trasporti: disagi per gli scioperi in Francia e Belgio

Dimensioni di testo Aa Aa

Natale si avvicina e il peso dei disagi in Francia, per l’astensione dal lavoro degli addetti ai controlli di sicurezza negli aeroporti, crea sempre piú nervosismo. La protesta, in corso da una settimana sta provocando ritardi. Per smaltire le code il governo ha chiesto man forte agli agenti di polizia:

“A Roissy abbiamo dispiegato i poliziotti con il compito di svolgere i controlli – ha detto il premier François Fillon – Ma deve essere chiaro che non è possibile prendere in ostaggio i passaggeri sotto le feste di fine d’anno. É inaccettabile”.

I sindacati hanno criticato la scelta del governo.

La protesta è scattata per chiedere l’aumento degli stipendi e migliori condizioni di lavoro.

“Invece di trovare una soluzione alla crisi il governo invia rinforzi per sostituire dei lavoratori insoddisfatti”.

Ma per i passeggeri, vertenza o non vertenza l’importante è partire.

“Mi è indifferente che sia un poliziotto o un addetto alla sicurezza a fare i controlli – dice un passeggero – Non mi dà fastidio”.

“Dal momento che riesco ad arrivare per Natale – dice una ragazza – va tutto bene”.

Ha ricadute a livello europeo lo sciopero dei trasporti in Belgio, che coinvolge i treni ad alta velocità, in partenza anche dalla Gran Bretagna.

La maggior parte degli Eurostar finiscono i viaggi a Lille, nel nord della Francia. Solo un servizio limitato trasporta i passeggeri verso Bruxelles.