ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scioperi, odissea di viaggiatori in Belgio e Francia

Lettura in corso:

Scioperi, odissea di viaggiatori in Belgio e Francia

Dimensioni di testo Aa Aa

Trasporti semi paralizzati in Belgio, a causa dello sciopero contro la riforma delle pensioni. Alcuni aeroporti, come Charleroi, non funzionano affatto, così come i treni ad alta velocità Thalys. Si tratta del secondo sciopero in un mese contro il programma del nuovo governo, che si è formato dopo oltre 500 giorni di crisi politica.

“Dobbiamo improvvisare un modo per arrivare all’aeroporto” dice una turista francese.

“Spero che il pullman arrivi, altrimenti dovrò restare qui per Natale – dice una giovane britannica -. No, no, piuttosto condivideremo un taxi”.

Diverso tipo di sciopero in Francia, dove continuano i disagi per l’astensione dal lavoro degli addetti ai controlli di sicurezza negli aeroporti, cominciata venerdì scorso. Le code più lunghe al terminal 2F dello scalo parigino Charles de Gaulle, dove agenti di polizia sono stati chiamati a rimpiazzare il personale in sciopero. Dappertutto i passeggeri sono invitati a presentarsi con largo anticipo rispetto all’orario di partenza.