ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ministro giapponese ammette: "40 anni per decontaminare Fukushima"

Lettura in corso:

Ministro giapponese ammette: "40 anni per decontaminare Fukushima"

Dimensioni di testo Aa Aa

Ci vorranno almeno 40 anni per riendere di nuovo sicuro il sito della centrale nucleare di Fukushima. Lo ha ammesso per la prima volta un esponente del governo giapponese, presentando i piani per la decontaminazione dell’area.

Durante questo tempo la situazione attorno all’impianto rimane altamente pericolosa, per cui non sarà possibile sapere quando potranno tornarea casa le persone evacuate.

“Il processo di decontaminazione comporta azioni molto decise, ma questo non cambia i tempi previsti. I 30 o 40 anni necessari non hanno un rapporto diretto con il ritorno a casa degli evacuati”.

Secondo le stime, l’intera operazione potrebbe costare tra i 15 e i 40 miliardi di dollari. Per finanziarla il governo potrebbe decidere di nazionalizzare la società privata proprietaria dell’impianto, il cui bilancio difficilmente potrebbe garantire le risorse necessarie.

Ai costi della bonifica si devono sommare i costi sociali per più di 80.000 persone che hanno dovuto abbandonare le case nel raggio di 20 chilometri dalla centrale, e per i quali non si vede una soluzione nel breve periodo.