ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, sangue sulla firma per gli osservatori

Lettura in corso:

Siria, sangue sulla firma per gli osservatori

Dimensioni di testo Aa Aa

Un centinaio di morti in un solo giorno in Siria. Il via libera di Damasco all’invio di osservatori arabi ieri non ha fermato le violenze contro gli oppositori al regime di Bashar Al Assad.

Sotto il fuoco dell’esercito regolare sono caduti disertori e civili, come avviene ormai da nove mesi. Nelle stesse ore al Cairo, il viceministro siriano agli affari esteri firmava l’autorizzazione all’ingresso di osservatori inviati dalla Lega araba.

Entro i prossimi tre giorni la delegazioni si recherà a Damasco e dovrà valutare il rispetto dell’accordo che impone la fine della repressione del dissenso e l’inizio del dialogo con l’opposizione. Un accordo che secondo i ciritici rappresenta un modo per prendere tempo, e che è stato salutato anche da Mosca storico alleato di Damasco.