ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra avvia la riforma del sistema bancario

Lettura in corso:

Londra avvia la riforma del sistema bancario

Dimensioni di testo Aa Aa

Una profonda riforma del sistema bancario sarà adottata dal governo britannico prima della fine della legislatura. L’obiettivo è di proteggere i conti correnti dei singoli cittadini dai rischi di una nuova crisi finanziaria dopo quella del 2007-2008. Il cuore della riforma è la netta divisione tra attività al dettaglio delle banche e attività di investimento.

“E’ importante sapere – ha detto il ministro delle finanze George Osborne ai Comuni – che questa divisione non eviterà necessariamente il fallimento delle banche. Ma se le banche entreranno in crisi, gli elementi del sistema essenziali per famiglie e imprese continueranno a funzionare senza pesare sul contribuente”.

La riforma accoglie in pieno i suggerimenti della Commissione indipendente sul sistema bancario istituita in seguito alla crisi finanziaria del 2007-2008.

“Servirà – dice il sindaco di Londra Boris Johnson – a bilanciare l’economia britannica senza uccidere la gallina che produce uova d’oro per tante persone che guadagnano poco ma possono contare su rendite derivanti da servizi finanziari”.

La riforma costerà complessivamente alle banche qualcosa tra i 4 e i 10 miliardi di euro. La lobby degli istituti di credito sta lavorando per rinviare il più possibile l’entrata in vigore della nuova legge.