ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, tensione tra sunniti e sciiti. Hashemi: "Pronto a farmi giudicare"

Lettura in corso:

Iraq, tensione tra sunniti e sciiti. Hashemi: "Pronto a farmi giudicare"

Dimensioni di testo Aa Aa

Si riapre in Iraq il contrasto tra sunniti e sciiti, dopo il mandato di arresto spiccato nei confronti del vicepresidente al-Hashemi. L’esponente politico sunnita si dice disposto a farsi giudicare, ma pone delle condizioni.

“Sono pronto ad andare davanti a un giudice, insieme alle mie guardie del corpo. Ma per garantire un minimo livello di giustizia, devo avanzare delle note e delle obiezioni all’investigazione preliminare, condotta dalla brigata di Baghdad della polizia federale o dei servizi segreti militari”.

Le accuse a carico del vicepresidente, formulate da tre ex membri della sicurezza, che rivelano di essere stati utilizzati per compiere attentati, sono state trasmesse in televisione. Gli Stati Uniti per ora seguono gli sviluppi degli avvenimenti, senza intervenire.

“Posso solo dire che stiamo monitorando la situazione, dopo l’emissione di un ordine di arresto per il vicepresidente Tariq al-Hashemi. manteniamo contatti con tutte le parti, e abbiamo loro espresso il nostro avviso a riguardo di questi sviluppi”, dice un portavoce.

L’aumento della tensione politica in Iraq coincide con la partenza delle truppe statunitensi, dopo nove anni di occupazione.