ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Denudata e malmenata dai militari. Video-shock dall'Egitto

Lettura in corso:

Denudata e malmenata dai militari. Video-shock dall'Egitto

Dimensioni di testo Aa Aa

Una manifestante strattonata, denudata e presa a calci sulla pubblica piazza. Le violenze dell’esercito egiziano testimoniate da un video che circola sul web imbarazzano il Consiglio militare e provocano l’indignazione di Washington.

Centinaia le donne che per la prima volta sono scese in strada per dire basta a una repressione della protesta, che solo negli ultimi cinque giorni ha fatto 13 morti. Al potere ad interim dalla caduta di Mubarak, il Consiglio militare ha espresso “profondo rammarico” e promesso di punire i responsabili. Ma per le manifestanti la misura è colma.

“Negli ultimi tempi – dice una di loro – i militari hanno dato la prova del loro fallimento. Non soltanto sono stati incapaci di proteggere il Paese, ma anche di difendere le donne per strada”.

Il comunicato con cui l’esercito ha annunciato l’apertura di un’inchiesta e parlato di violenze isolate non ha impedito l’immediata reazione degli Stati Uniti.

Senza appello, la condanna pronunciata dal segretario di Stato Hillary Clinton. “Questa umiliazione sistematica delle donne – ha detto da Washington – disonora la rivoluzione, infama lo Stato e l’esercito egiziano e non è degna di un grande popolo”.

Alla censura di Hillary Clinton si è unita quella del Comissario per i diritti umani dell’Onu Navy Pillay, che ha parlato di “violenze impietose che non possono restare impunite”.