ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sì di Damasco agli osservatori. "Mosca determinante"

Lettura in corso:

Sì di Damasco agli osservatori. "Mosca determinante"

Sì di Damasco agli osservatori. "Mosca determinante"
Dimensioni di testo Aa Aa

Sì di Damasco al piano proposto dalla Lega Araba per porre fine alle violenze in Siria. Dopo settimane di ultimatum e silenzi, a ufficializzare l’accordo è stata la firma nella sede dell’organizzazione panaraba al Cairo, salutata dall’esecutivo di Bashar Al Assad come “primo passo di una collaborazione”.

A sbloccare la situazione, ha detto il Ministro degli esteri Walid Almoualim, il fatto che siano stati accettati non meglio specificati emendamenti, che consentirebbero alla Siria di “mantenere la sovranità nazionale e coordinare gli osservatori che saranno inviati dalla Lega Araba”. Il piano prevede inoltre il ritiro delle truppe governative dalle città, l’apertura del paese alla stampa straniera e la liberazione dei manifestanti, arrestati nel corso delle contestazioni.

Più che le pressioni della Lega Araba, ha poi spiegato il Ministro, determinanti sarebbero stati i “consigli” della Russia. Storicamente vicina a Damasco e reticente a più incisive iniziative diplomatiche, Mosca aveva negli scorsi giorni presentato un progetto di risoluzione all’Onu.