ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sì di Damasco agli osservatori. "Mosca determinante"

Lettura in corso:

Sì di Damasco agli osservatori. "Mosca determinante"

Dimensioni di testo Aa Aa

Sì di Damasco al piano proposto dalla Lega Araba per porre fine alle violenze in Siria. Dopo settimane di ultimatum e silenzi, a ufficializzare l’accordo è stata la firma nella sede dell’organizzazione panaraba al Cairo, salutata dall’esecutivo di Bashar Al Assad come “primo passo di una collaborazione”.

A sbloccare la situazione, ha detto il Ministro degli esteri Walid Almoualim, il fatto che siano stati accettati non meglio specificati emendamenti, che consentirebbero alla Siria di “mantenere la sovranità nazionale e coordinare gli osservatori che saranno inviati dalla Lega Araba”. Il piano prevede inoltre il ritiro delle truppe governative dalle città, l’apertura del paese alla stampa straniera e la liberazione dei manifestanti, arrestati nel corso delle contestazioni.

Più che le pressioni della Lega Araba, ha poi spiegato il Ministro, determinanti sarebbero stati i “consigli” della Russia. Storicamente vicina a Damasco e reticente a più incisive iniziative diplomatiche, Mosca aveva negli scorsi giorni presentato un progetto di risoluzione all’Onu.