ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il mondo dopo Kim Jong-Il: le paure dell'Occidente

Lettura in corso:

Il mondo dopo Kim Jong-Il: le paure dell'Occidente

Dimensioni di testo Aa Aa

Scompare Kim Jong-Il e si moltiplicano gli interrogativi. Il passaggio di consegne dal “Caro Leader” al terzogenito Kim Jong-Un getta la diplomazia internazionale nell’incertezza.

Un rapporto del Congresso americano metteva già in guardia lo scorso giugno da “implicazioni importanti” e “rischi potenzialmente esplosivi” per gli Stati Uniti e i loro alleati.

Preoccupazione numero uno è l’arsenale nucleare di Pyongyang: secondo alcuni analisti un’arma alla mercè di lotte intestine che potrebbero scatenarsi, in caso di mancato ricononiscimento della legittimità di Kim Jong-Un alla successione.

Per quanto bandiera di un regime anacronistico e repressivo, il padre era considerato da molti anche un guardiano della stabilità. Una pedina tolta la quale un castello rischia ora di franare, disegnando nuovi equilibri internazionali.

Leggi anche
Corea del Nord: una speranza per cambio di rotta?