ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Indonesia: barcone affondato, oltre 200 dispersi

Lettura in corso:

Indonesia: barcone affondato, oltre 200 dispersi

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la tragedia non è ancora possibile capire quale sia il numero delle vittime del naufragio di un barcone al largo dell’isola di Giava, sorpreso da una tempesta in Indonesia.

Stipati su un’imbarcazione che poteva accoglierne al massimo un centinaio, si pensa che a bordo ci potessero essere oltre 380 immigrati che tentavano di raggiungere clandestinamente l’Australia.

Un sopravvissuto racconta che quelli che erano con lui venivano dall’Afghanistan, dall’Iran, dalla Turchia e dall’Arabia Saudita.

Un iraniano ricorda quanto sia difficile la vita nel suo Paese: per questo stava cercando la libertà in un posto come l’Australia.

Le autorità parlano di almeno 217 dispersi. Non ci sono cifre ufficiali per le persone portate in salvo, che arrivano ad un massimo di 76 passeggeri.

I pescatori che li hanno soccorsi li hanno trovati in evidente stato di disidratazione, dopo 5 ore di galleggiamento in mare.

L’Indonesia è un punto di passaggio cruciale per chi arriva dal Medio Oriente e dall’Asia e cerca di raggiungere da clandestino l’Australia. Gli immigrati sborsano dai 3000 agli 8000 euro per salire su questi barconi della disperazione.