ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Disagi negli aeroporti di Francia e Spagna

Lettura in corso:

Disagi negli aeroporti di Francia e Spagna

Dimensioni di testo Aa Aa

I vacanzieri sono stati “presi in ostaggio” a pochi giorni dal Natale: così il ministro francese dei Trasporti Thierry Mariani ha descritto l’incubo che, negli ultimi tre giorni, hanno vissuto i viaggiatori bloccati negli aeroporti di Parigi, Tolosa e soprattutto Lione.

La causa è stata lo sciopero degli agenti per il controllo dei passeggeri all’imbarco.

“Ci hanno dato una sola alternativa: quella di ritornare. E quindi ogni giorno siamo tornati. Abbiamo la fortuna di non abitare lontano a differenza di altra gente. E ora ci fanno partire da Marsiglia”, racconta un ragazzo all’aeroporto di Lione.

Una donna dice desolata: “Non ci danno informazioni. Abbiamo solo questo numero al quale non risponde nessuno, e non sappiamo se saremo rimborsati. Abbiamo pagato 2200 euro, altre persone 2500 euro. Le nostre vancanze sono perse”.

L’aeroporto di Lione è paralizzato da tre giorni. Oggi sui 125 voli previsti ne sono stati cancellati 79. Migliore la situazione al Roissy-Charle de Gaulle di Parigi, con ritardi in media di 35 minuti.

Voli cancellati anche in Spagna per il primo dei due giorni di sciopero dei piloti dell’Iberia Airlines, che si oppongono al lancio della linea low cost da parte della compagnia.