ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tifone nelle Filippine: centinaia di morti e migliaia di dispersi

Lettura in corso:

Tifone nelle Filippine: centinaia di morti e migliaia di dispersi

Dimensioni di testo Aa Aa

Interi villaggi spazzati via dal tifone Washi, che nel giro di 24 ore con piogge torrenziali e venti a 90 chilometri orari ha messo in ginocchio il sud delle Filippine.

L’area più devastata è quella dell’isola di Mindanao, con centinaia di morti e migliaia di dispersi nei porti di Iligan e Cagayan de Oro. In quest’ultima località la maggioranza delle vittime sono bambini.

Per le autorità la tempesta tropicale è la peggiore degli ultimi anni, più violenta di quella che nel 2009 travolse Manila e uccise 469 persone.

“Verso le dieci di sera, mentre il livello dell’acqua era ancora basso, ho sentito gridare aiuto. All’improvviso è arrivata una massa d’acqua”, racconta un sopravvissuto.

Una donna ricorda: “L’acqua raggiungeva il tetto. Si potevano vedere le luci delle torce delle persone sui tetti. Hanno distrutto i soffitti per salirci”.

La furia del tifone ha colpito di notte, sorprendendo parte della popolazione nel sonno. Il sindaco di Iligan, Lawrence Cruz, ha raccontato che l’acqua è arrivata ad un metro di altezza in meno di un’ora.

Almeno 100.000 persone sono state fatte evacuare dalle loro abitazioni.

Ed è emergenza per centinaia di bambini, che hanno perso i genitori dispersi nella tempesta.