ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa: primarie repubblicane, sognando Reagan

Lettura in corso:

Usa: primarie repubblicane, sognando Reagan

Dimensioni di testo Aa Aa

In testa ai sondaggi statunitensi per le primarie repubblicane di gennaio, l’ex portavoce della Camera Newt Gingrich in tivù si è detto il nuovo Ronald Reagan.

E come lui intende vincere nel 2012, sull’onda di una crisi che potrebbe di nuovo giocare a favore dei conservatori.

“Credo di poter affrontare Barack Obama nei sette dibattiti di tre ore”, ha dichiarato Gingrich, “Obama non riuscirà a difendere un bilancio che è terribile e un’ideologia che è radicale”.

In corsa per la nomination repubblicana c‘è anche l’ex governatore del Massachussetts, Mitt Romney: “Quest’economia ha tutte le potenzialità per continuare a guidare il mondo. Il nostro presidente pensa che l’America sia in declino. Questo se lui è il presidente, non se lo sono io. Questo per me sarà il secolo americano”.

Oscurati gli altri possibili candidati in quest’ultimo dibattito televisivo prima dell’inizio del calendario elettorale, è probabilmente tra Gingrich e Romney che i repubblicani sceglieranno l’anti-Obama.