Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

La Russia sorprende la comunità internazionale e propone al Consiglio di Sicurezza dell’Onu una risoluzione sulla Siria, dove la repressione fa nuove vittime giorno dopo giorno. La bozza preparata da Mosca condanna – si legge nel testo – “le violenze di tutte le parti, compreso l’uso sproporzionato della forza da parte delle autorità di Damasco”.

Per voce del Segretario di Stato Hillary Clinton, gli Stati Uniti hanno fatto sapere che esamineranno attentamente il testo: “Se tutto va bene – ha detto Hillary Clinton -, possiamo lavorare con i russi. Per la prima volta hanno almeno riconosciuto che si tratta di una questione da sottoporre al Consiglio di Sicurezza. Il problema è che abbiamo punti di vista diversi sull’approccio, ma speriamo di potere lavorare con loro”.

La Russia detiene questo mese la presidenza di turno del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, incapace finora di trovare un compromesso. Il 4 ottobre Mosca aveva posto il veto sulla risoluzione proposta dai Paesi europei. Le immagini amatoriali diffuse su internet continuano a documentare – senza possibilità di verifiche indipendenti – la violenza che, secondo l’Onu, ha fatto tra civili, soldati lealisti e disertori oltre cinquemila morti da marzo.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni