ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Putin: è l'Occidente a fomentare proteste in Russia

Lettura in corso:

Putin: è l'Occidente a fomentare proteste in Russia

Dimensioni di testo Aa Aa

Le elezioni legislative di dicembre in Russia hanno rispecchiato fedelmente la volontà popolare e le successive proteste di piazza sono state fomentate dalle potenze occidentali.

Così il premier russo Vladimir Putin, ora in corsa per le presidenziali di marzo, ha risposto a un selezionato campione di suoi concittadini durante una maratona tv di oltre quattro ore e mezza, un record che ha battuto tutte le edizioni precedenti.

“L’uomo forte” della Russia ha lanciato non poche stoccate all’indirizzo di Washington: “La gente è stanca dei dictat di un solo paese – ha detto replicando alla domanda di un ascoltatore – lei ha accennato all’alleanza con gli Stati Uniti. Ebbene noi vorremmo essere alleati degli Stati Uniti. Ma, per come la vedo io, questa non è una relazione alla pari. Qualche volta penso che l’America non voglia alleati, ma dei vassalli”.

Parlando dell’imminente sfida per le presidenziali, Putin ha affermato di considerare un candidato forte il miliardario Mikhail Prokhorov, che, quasi in contemporanea, spezzava una lancia a favore di Mikhail Khodorkovsky. Il 46enne proprietario dei New Jersey Nets ha detto che la sua prima decisione, se eletto presidente, sarebbe accordare il perdono all’ex patron di Yukos. Condannato per evasione fiscale, Khodorkovsky è in prigione dal 2003, ma secondo molti il processo è stato una punizione per aver sfidato il potere di Putin.