ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Opec trova l'accordo

Lettura in corso:

L'Opec trova l'accordo

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Opec ha deciso di mantenere il livello di produzione attuale. Nel vertice di Vienna i rappresentanti dei Paesi esportatori di greggio hanno trovato l’accordo a “quota 30”, innalzando il vecchio limite fissato a 24,84 milioni di barili al giorno senza l’Iraq, ma già abbondantemente superato, a fronte di una domanda che invece, a livello mondiale, si sta contraendo.
 
Efael Ramirez, ministro venezuelano:
“Siamo preoccupati per la situazione economica globale e i paesi dell’Opec stanno lavorando sulla domanda per il prossimo anno. Per questo dobbiamo mantenere lo stesso livello di produzione, non aumentarala”.
 
Nel mese di novembre la prduzione dell’Opec ha raggiunto i livelli più alti degli ultimi tre anni superando i 30 milioni di barili al giorno, a un prezzo medio di 107 dollari al barile e un ricavo di quasi 900 miliardi di dollari. 
 Il precedente vertice aveva visto da una parte i paesi conservatori, con Iran e Venezuela, contrari all’aumento della produzione e dall’altra quelli favorevoli all’innalzamento del limite, capeggiati dall’Arabia Saudita che, da sola, a novembre ha prodotto dieci milioni di barili. L’intesa non era stata raggiunta. L’Opec produce il 35% del greggio mondiale e da settembre è ripartita la produzione della Libia.