ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Liegi: sindaco, "segnati profondamente da tragedia"

Lettura in corso:

Liegi: sindaco, "segnati profondamente da tragedia"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Belgio piange le vittime della strage della follia. Nathan, 15 anni, Pierre, 17 anni e Gabriel, un bebé di 17 mesi non ce l’hanno fatta a sopravvivere alla furia omicida di Nordine Amrani.

Il parlamento belga ha osservato un minuto di silenzio, mentre nella scuola dei due adolescenti, gli alunni si sono ritrovati tutti insieme per un ultimo saluto. E al dolore si aggiunge l’apprensione per le condizioni dei feriti che lottano tra la vita e la morte.

“Anche io sono qui, ma ho paura, quando sento un rumore, salto – dice una giovane – Sono traumatizzata”.

“Mai avrei immaginato qualcosa di simile – ammette un lavoratore – Mi ha fatto pensare a quello che è successo in Norvegia, il tipo sull’isola. Se l’assassino avesse avuto l’opportunità di utilizzare altri caricatori, non avrebbe avuto problemi a farlo, perché non c’erano poliziotti in quel momento nella zona”.

I quotidiani belgi descrivono un’atmosfera spettrale a Liegi, dove un tranquillo pomeriggio di shopping nataliazio si è trasformato in tragedia. E per il sindaco, Willy Demeyer, questo atto di follia segnerà profondamente la capitale economica della Vallonia.