ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Van Rompuy: "Nuovo trattato entro marzo"

Lettura in corso:

Van Rompuy: "Nuovo trattato entro marzo"

Dimensioni di testo Aa Aa

La sessione del Parlamento europeo di Strasburgo ha affrontato il tema del nuovo trattato sull’integrazione fiscale, lanciato nel summit di venerdì scorso e per il quale c‘è l’intesa di tutte l’Unione europea tranne il Regno Unito.

Il presidente dell’Unione Hermann Van Rompuy si dice ottimista perché – afferma – “26 leader hanno manifestato il loro interesse in questa direzione. Hanno riconosciuto che la moneta unica è un bene comune. Il trattato sulla disciplina fiscale sarà firmato al più tardi a inizio marzo. L’obiettivo è di arrivare alla ratifica del Meccanismo europeo di stabilità a metà 2012”.

Dei 26 Paesi che hanno aderito alla proposta di un nuovo trattato ce ne sono 9 che necessitano di un passaggio parlamentare. Resta invece fuori la Gran Bretagna, che nel summit di Bruxelles del 9 dicembre aveva preteso clausole di salvaguarda per il proprio mercato finanziario che non sono state concesse.

Queste clausole, è stato ribadito anche nel dibattito al Parlamento, avrebbero danneggiato il mercato unico europeo.

Entro marzo sarà terminata anche la verifica dell’adeguatezza del tetto di 500 miliardi di euro previsto per il Fondo salvastati