ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marzouki Presidente. La Tunisia ufficializza l'investitura

Lettura in corso:

Marzouki Presidente. La Tunisia ufficializza l'investitura

Dimensioni di testo Aa Aa

Una stretta di mano dopo il voto formalizza l’investitura alla guida della Tunisia.

Atto secondo della spartizione delle cariche emersa dalle elezioni di fine ottobre, Moncef Marzouki è stato nominato Presidente.

“Fedeltà ai martiri della Rivoluzione” lo slogan scandito dall’Assemblea Costituente che ha incoronato il leader della sinistra nazionalista con oltre 150 voti su 202.

Bestia nera del presidente deposto Ben Ali e per dieci anni in esilio in Francia, Marzouki ha ricambiato la fiducia, parlando di grande onore per un’investitura che ha detto essere “nel nome del Popolo, dello Stato e della Rivoluzione”.

A lui, in base agli accordi, il compito di affidare al segretario generale di Ennhada, Hamadi Jebali, la carica di Primo Ministro. Se la nomina di Mustafa Ben Jafaar alla guida dell’Assemblea non ha sollevato proteste, gli ampi poteri che saranno conferiti al rappresentante del partito islamista hanno invece indotto all’astensione per protesta 44 esponenti della sinistra.