ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bhopal: ex olimpionico indiano contro Dow Chemical, sponsor di Londra 2012

Lettura in corso:

Bhopal: ex olimpionico indiano contro Dow Chemical, sponsor di Londra 2012

Dimensioni di testo Aa Aa

Il disastro di Bhopal continua a far discutere in India in vista delle Olimpiadi 2012. Contro Dow chemical, la società che sarà tra gli sponsor dei Giochi di Londra, e che nel 2001 ha acquistato la Union Carbide, responsabile della tragedia di 27 anni fa, si è espresso anche un ex giocatore di hockey indiano. “E’ ora che l’India prenda posizione contro Dow Chemical”, ha detto Aslam Sher Khan.

“E’ vergognoso che mentre le organizzazioni sportive di tutto il mondo difendono le vittime di Bhopal e 25 membri della camera dei comuni britannica protestano, l’India prende invece quest’argomento così alla leggera”, afferma Khan. “Sono morte venticinquemila persone e per il Paese questo non cambia niente. Questa vicenda è legata alle Olimpiadi, perché queste sono un foro di discussione tra le nazioni”.

Ultimamente le vittime della tragedia ed ex atleti olimpionici indiani hanno criticato la presenza di Dow Chemical tra gli sponsor di Londra 2012. Jagbir Singh sostiene che sia necessaria un’inchiesta.

“Nessun giocatore immagina di boicottare un sogno tanto accarezzato come quello delle Olimpiadi2, dice Singh. “Tuttavia il dolore di chi ha sofferto mi fa ritenere che il Comitato debba esaminare la questione”.

La notte tra il 2 e il 3 dicembre 1984, 40 tonnellate di isocianato di metile fuoriuscirono dallo stabilimento della Union Carbide di Bophal, furono oltre ventimila i morti, mentre 500mila persone sono malate e solo una piccola parte di loro è stata risarcita.