ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cameron difende il no di Londra alle modifiche al Trattato europeo

Lettura in corso:

Cameron difende il no di Londra alle modifiche al Trattato europeo

Cameron difende il no di Londra alle modifiche al Trattato europeo
Dimensioni di testo Aa Aa

Forte dei sondaggi che gli attribuiscono il sostegno della maggioranza dei britannici, il premier David Cameron ha difeso davanti ai Comuni la scelta di non partecipare alla modifica dei trattati europei.

Senza il vicepremier liberaldemocratico Clegg, che si era detto in disaccordo, il primo ministro ha ricostruito la discussione avuta al vertice europeo

“Sono assolutamente convinto che sia possibile essere membri impegnati a pieno titolo nell’Unione europea, restando però fuori dagli accordi che non proteggano i nostri interessi. Questo è ciò che ho fatto al Consiglio europeo. Questo è ciò che continuerò a fare finché sono primo ministro”.

Critiche a Cameron sono arrivate dal capo dell’opposizione, Milliband, per il quale la Gran Bretagna da oggi è isolata e marginalizzata.

“Il primo ministro ha detto di aver esercitato un veto. Ma un veto, voglio spegarglielo, è capace di fermare qualcosa che sta accadendo. Non è un veto se le cose che volete fermare vanno avanti senza di voi. Questo si chiama perdere, essere sconfitti. Questo si chiama far sprofondare la Gran Bretagna”.

La presa di posizione di Cameron ha aperto una frattura nei rapporti con la Merkel e Sarkozy. Il presidente francese parla ormai di “due Europe”, una che vuole più regolazione tra i suoi membri, e un’altra, che si lega alla sola logica del mercato unico.