ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Clima: a Durban un accordo per il dopo Kyoto

Lettura in corso:

Clima: a Durban un accordo per il dopo Kyoto

Dimensioni di testo Aa Aa

Un accordo, seppure in extremis. A Durban, in Sudafrica, 36 ore dopo la chiusura ufficiale della diciassettesima conferenza mondiale sul clima, i rappresentanti di più di 190 Paesi hanno raggiunto un’intesa.

Entro il 2015 sarà adottato un nuovo trattato globale sulla riduzione dei gas serra che dovrà entrare in vigore nel 2020. Tra i Paesi che inquinano

di più c‘è l’India, esonerata dagli obblighi del protocollo di Kyoto.

“Certo – dice Jayanthi Natarajan, ministro

dell’ambiente indiano – come sapete, non siamo contenti della riapertura del testo ma con spirito di flessibilità e di adattamento, abbiamo accettato di adottarlo”.

Nel 2012 scade il protocollo di Kyoto e da gennaio un gruppo di lavoro inzierà a stilare il testo del prossimo trattato che dovrà essere firmato fra tre anni. Tra gli obiettivi principali: limitare l’innalzamento della temperatura. Un intento non semplice come conferma il ministro degli esteri di Grenada Karl Hood: “Se ci riusciamo sarà un momento davvero storico per il mondo. Specialmente per l’Africa”.

A Durban inoltre sono stati messi a punto anche i Fondi verdi: serviranno a raccogliere e ad erogare, ai Paesi in via di sviluppo, finanziamenti pari a 75 miliardi di euro all’anno per aiutarli a investire su energie alternative.