ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: schiaffo a Putin. 100 mila in piazza a Mosca

Lettura in corso:

Russia: schiaffo a Putin. 100 mila in piazza a Mosca

Dimensioni di testo Aa Aa

Era dagli anni 90 che Mosca non vedeva una marea umana di queste dimensioni.

100 forse 150 mila manifestanti secondo gli organizzatori, 50 mila secondo le forze dell’ordine hanno occupato il centro della capitale russa per protestare contro i brogli elettorali e la vittoria del partito “Russia Unita” che proprio oggi è stata scritta nero su bianco sulla Gazzetta Ufficiale.

“Era da vent’anni che non assitevamo a una manifestazione cosi imponente e onestamente pensavo che non sarebbe potuto succedere di nuovo – ha detto dal palco lo scrittore dissidente Boris Akunin – invece siamo qua e questa è una grande giornata per tutti noi!”

Dal Cremlino non è arrivato nessun commento. Le manifestazioni sono cominciate, fuso orario obliga, a Vladivostok nell’estremo est del paese ed hanno successivamente coinvolto decine di città grandi e piccole

“Siamo semplicemente stufi. Stufi di questo sistema di potere e dei suoi principali rappresentanti. Le elezioni di domenica scorsa sono state l’ultima goccia, la misura era colma ma per anni la rabbia della gente è stata soffocata”

Per Putin lo schiaffo è cocente. L’uomo che tiene in mano tutte le leve del potere è costretto a militarizzare Mosca per arginare la nuova galassia dissidente. E tradisce nervosismo accusando gli Stati Uniti di fomentare il caos.