ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Consiglio europeo: il nuovo ordine dell'Unione

Lettura in corso:

Consiglio europeo: il nuovo ordine dell'Unione

Dimensioni di testo Aa Aa

Sorride Sarkozy alla fine del Consiglio europeo: la Francia esce più forte dal summit grazie alla sua proposta di un trattato che dovrebbe salvare l’euro.

Esattamente il contrario di quanto accade al Regno Unito. Il premier britannico David Cameron obbedisce alla City ma isola il Paese.

Angela Merkel, dal canto suo, è soddisfatta per aver ottenuto che nel nuovo trattato vengano inserite regole più severe per i bilanci dei Paesi.

Successo anche per Mario Draghi. Il presidente della BCE ottiene il sì, seppure soltanto di 26 leader, al patto di Bilancio.

Questi i vincitori e i vinti della due giorni di Bruxelles. E nonostante, alla vigilia dell’incontro, un

trattato intergovernativo non fosse la soluzione più auspicata, i leader europei hanno fatto buon viso a cattivo gioco, assicurando che il nuovo patto sarà siglato entro marzo.

Data che vedrà diventare operativo anche il fondo salva-Stati permanente la cui gestione sarà affidata

all’Eurotower. Al Fondo Monetario Internazionale inoltre verranno messi a disposizione 200 miliardi di euro che serviranno ad affrontare la crisi.