ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bce sotto un fuoco di critiche per acquisto bond

Lettura in corso:

Bce sotto un fuoco di critiche per acquisto bond

Dimensioni di testo Aa Aa

Si moltiplicano le critiche all’indirizzo della Bce di Mario Draghi, dopo che il numero uno dell’Eurotower ha escluso una politica più aggressiva nell’acqusito di bond dei paesi dell’eurozona sotto pressione, perché contraria al ruolo imposto alla Banca centrale dai trattati europei.

Dall’inizio del programma di acquisto di titoli di stato, nel 2010, la Bce si è mantenuta sotto limiti modesti, meno di 20 miliardi di euro a settimana. Prima ha acquistato bond irlandesi, greci, portoghesi, per passare poi a quelli di Spagna e Italia. Il tutto per un valore di 207 miliardi di euro alla prima settimana di dicembre.

Robert Halver, analista di Baader Bank, è convinto che la soluzione alla crisi del debito debba provenire dalla politica e che, una volta trovata, saranno gli investitori stessi a comprare i bond, senza aiuto dalla Bce.

E’, di fatto, l’opinione della Germania. Ma una delle novità del vertice europeo di Bruxelles riguarda la Bce. Il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, ha affermato che sarà l’Eurotower a gestire il fondo europeo salva-stati e il meccanismo di stabilità creato per sotituirlo.