ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pacco bomba a Deutsche Bank rivendicato da anarchici italiani

Lettura in corso:

Pacco bomba a Deutsche Bank rivendicato da anarchici italiani

Dimensioni di testo Aa Aa

Con una lettera scritta in italiano, un sedicente gruppo anarchico ha rivendicato la responsabilità per il pacco bomba indirizzato all’amministratore delegato di Deutsche Bank, Josef Ackermann.
 
Conteneva un esplosivo artigianale in grado di procurare serie ustioni, spiega la polizia tedesca che ha intercettato il plico in un ufficio della banca a Francoforte.
 
Ackermann, negli ultimi mesi, ha avuto un ruolo decisivo nelle trattative per il prestito alla Grecia.
  
“Ci saranno sempre persone per le quali queste azioni sono considerate una soluzione - spiega Stefan Popp, impiegato della Deutsche Bank – ma come dipendente  non mi sento minacciato”.
 
“Ci si chiede il perché, per quale ragione – dice un cittadino di Francoforte – e se questo tipo di azioni è giustificabile”.
 
L’Fbi sta indagando per verificare se si sia trattato di un attacco isolato. La lettera della Federazione Anarchica Informale parla di tre esplosioni e potrebbero quindi esserci altri due pacchi bomba.