ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: regime accetta piano Lega araba, sangue a Homs

Lettura in corso:

Siria: regime accetta piano Lega araba, sangue a Homs

Dimensioni di testo Aa Aa

È guerra civile a Homs, mentre non si fermano gli arresti degli oppositori del regime siriano.

almeno 50 le persone uccise, gli attivisti per i diritti umani denunciano il ritrovamento dei corpi di 34 persone rapite nei mesi scorsi.

Resta possibile, nelle prossime ore, una svolta politica: il segretario di Stato statunitense Hillary Clinton incontra in Svizzera i rappresentati delle opposizioni, Damasco accetta il piano di pace proposto dalla Lega araba. Ma il regime ha chiesto la fine delle sanzioni per il sì definitivo.

“Abbiamo presentato la nostra posizione e siamo ben disposti a firmare il protocollo – spiega

Jihad Makdisi, portavoce del ministero degli Esteri siriano – Chiediamo la possibilità di firmarlo a Damasco come segno di buona volontà, l’annullamento delle sanzioni e il ritorno nella Lega araba”.

L’opposizione non crede alle promesse dopo otto mesi di repressione e oltre 4000 morti.

“Il governo siriano sta cercando di rinviare la firma dell’accordo, anche solo per guadagnare qualche ora in più – replica Louay Hussein, presidente del partito d’opposizione ‘Costruire lo Stato siriano’ – Questo dimostra che l’attuazione dell’accordo non è scontata e con esso la fine delle violenze”.

La Lega araba prende tempo per esaminere le richieste. Intanto, il colosso petrolifero francese Total ha comunicato la sospensione delle sue attività in Siria per conformarsi alle sanzioni europee.