ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Serbia-Kosovo: accordo su frontiera, Belgrado attende decisione su candidatura Ue

Lettura in corso:

Serbia-Kosovo: accordo su frontiera, Belgrado attende decisione su candidatura Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

I serbi del Kosovo smantellano le barricate lungo la frontiera, sulla scia di un accordo che dovrebbe spianare la strada alla candidatura di Belgrado all’Unione europea. Da oltre due mesi, il nord dell’ex provincia serba autoproclamatasi indipendente è teatro di scontri, con i serbi, a maggioranza nell’area, che protestano contro una frontiera con uno Stato che non riconoscono:

“Quelli della KFor e la polizia locale – dice il sindaco di Zubin Potok, Slavisa Ristic – rimuoveranno i loro mezzi, noi rimuoveremo i nostri, le persone passeranno con la KFor e la polizia locale dal posto di controllo di Zubin Potok, ma questo non significa che le persone abbandoneranno le barricate, a Jagnjenica, Zubce e Brnjak, almeno fino a quando il problema dei passaggi amministrativi di frontiera non sarà risolto”.

Raggiunta con la mediazione europea dopo una maratona negoziale durata oltre tre ore, l’intesa prevede una gestione integrata dei posti di confine tra poliziotti e doganieri serbi, kosovari ed Eulex, la missione in Kosovo dell’Unione europea. Venerdì Bruxelles decide sullo status della Serbia di Paese candidato.