ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Siria verso un accordo con la Lega Araba?

Lettura in corso:

La Siria verso un accordo con la Lega Araba?

Dimensioni di testo Aa Aa

Posti di blocco vicino ad Aleppo, lungo un’arteria che collega il nord della Siria alla Turchia. Li hanno eretti oppositori del regime, per protestare contro la presenza delle forze di Bashar al Assad nell’area.

La notizia non è confermabile, viene documentata da un video amatoriale di cui nessuna fonte indipendente ha potuto verificare i dettagli, uno dei tanti video a dare una versione di quanto sta accadendo ormai da otto mesi nel Paese.

La televisione di stato siriana ha trasmesso invece le immagini di un’esercitazione militare delle forze governative, che sembrano volere mostrare i muscoli per sbriciolare anche la più flebile ipotesi di un intervento straniero.

Il portavoce del ministero degli Esteri siriano ha detto che Damasco ha risposto in modo positivo all’invio di osservatori proposto dalla Lega Araba. Ma, secondo quest’ultima, Damasco porrebbe importanti condizioni, come l’annullamento delle sanzioni economico-commerciali decise dall’organizzazione panaraba.

Sanzioni che si aggiungono a quelle di Stati Uniti, Turchia ed Europa, in ottemperanza delle quali il colosso petrolifero francese Total ha fatto sapere di avere sospeso tutte le sue attività in Siria, dove, secondo l’Onu, sono già 4000 i morti della repressione operata dal regime, che ha ora messo al bando anche gli smartphone.