ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Durban si decide il futuro di Kyoto

Lettura in corso:

A Durban si decide il futuro di Kyoto

Dimensioni di testo Aa Aa

Il protocollo di Kyoto – il trattato internazionale sul riscaldamento globale sottoscritto nel 1997 – scadrà nel 2012. Ai negoziati in corso a Durban tra il 28 novembre e il 9 dicembre, l’Europa vuole negoziare tempistiche e modalità per il suo rinnovo.

Tra i punti caldi, il maggior coinvolgimento delle economie emergenti, come Cina e India, che ancora non hanno sottoscritto l’accordo ambientale.

Questi Paesi, responsabili di buona parte delle odierne emissioni di CO2, non vogliono però pagare i conti del passato.

Dall’altra parte potenze come Russia, Giappone e Canada si rifiutano di prolungare il protocollo in assenza di impegni precisi da parte delle economie in forte espansione.

Neanche gli Stati Uniti, secondo maggior responsabile dei gas inquinanti, vogliono firmare il trattato e questo rende ancor piu’ difficile raccogliere i finanziamenti per il fondo verde per il clima, il cui obiettivo è ottenere 100 miliardi di euro all’anno dal 2020, per aiutare i Paesi più poveri a lottare contro le conseguenze del cambiamento climatico.

Intervistata da euronews, il Commissario europeo per il Clima, Connie Hedegaard, ha spiegato il punto di visto europeo: “Il messaggio dell’Europa a Durban è chiaro. Apriamo il dibattito ora, su quali principi e su quale calendario dovremmo stabilire il nuovo regime. Se cominciamo ora, potremmo terminare il processo entro il 2015”.