ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le violazioni siriane potrebbero finire davanti alla Corte Criminale Internazionale

Lettura in corso:

Le violazioni siriane potrebbero finire davanti alla Corte Criminale Internazionale

Le violazioni siriane potrebbero finire davanti alla Corte Criminale Internazionale
Dimensioni di testo Aa Aa

Nuove pressioni perché il Consiglio sicurezza dell’Onu invii un segnale chiaro e forte contro la repressione in Siria.

Si attende la reazione del palazzo di vetro dopo la risoluzione adottata a Ginevra dall’Agenzia dell’Onu per i Diritti Umani. I 47 membri dell’organismo, inclusi i cinque paesi arabi, hanno votato a larga maggioranza per il documento, riconoscendo “enormi e sistematiche violazioni”. Hanno votato contro quattro paesi, tra cui Russia e Cina, che intendono far pesare il proprio veto al Consiglio di Sicurezza. L’ambasciatrice americana:

“Se il Consiglio di sicurezza sceglierà di riportare il caso alla Corte Criminale Internazionale, posso dire che il rapporto della commissione di inchiesta fornisce prove sufficenti per giustificare quella decisione”.

A nulla sono servite finora le sanzioni adottate contro Damasco per fermare le violenze. La responsabile dell’Agenzia dell’Onu per i diritti umani, Navi Pillay, ha parlato di 4 mila morti dall’inizo delle manifestazioni, chiedendo un’azione urgente per proteggere i civili in Siria.