ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettonia, un referendum per la lingua russa

Lettura in corso:

Lettonia, un referendum per la lingua russa

Dimensioni di testo Aa Aa

La minoranza russa è forse riuscita a raccogliere abbastanza firme per indire un referendum sul russo come seconda lingua ufficiale della Lettonia. Il numero di firme dovrebbe aver superato il 10 per cento del corpo elettorale.

“Dobbiamo verificare – dice un responsabile dell’ufficio elettorale – che non ci siano persone che abbiano firmato più volte e che tutti siano cittadini lettoni”.

Nelle strade di Riga, capitale della Repubblica baltica, le opinioni sul referendum sono le più varie.

“La raccolta di firme non deve trasformarsi in una guerra interna tra lettoni e russi – dice un russofono -. Preferisco che questo non accada. D’altronde abbiamo altri Paesi europei che hanno due o addirittura più lingue ufficiali”.

“La Russia è un Paese ricco dove si vive bene – dice una signora che parla lettone – perché i russi vengono qui e pretendono di dettare le regole, vogliono forse eliminarci? Tutto questo è terribile”.

Prima di Natale si dovrebbe sapere se il referendum si farà.