ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sanzioni turche contro Damasco: "Esaurite le alternative"

Lettura in corso:

Sanzioni turche contro Damasco: "Esaurite le alternative"

Dimensioni di testo Aa Aa

La Turchia sospende la cooperazione strategica con la Siria e accresce le pressioni internazionali su Damasco. Caduti nel vuoto gli appelli a cessare le violenze, Ankara è passata ai fatti, annunciando sanzioni economiche e stop alla vendita d’armi.

Tra le misure anche il gelo degli asset siriani in Turchia e l’interruzione dei rapporti con la Banca centrale siriana.

“Riteniamo che il governo siriano si sia giocato tutte le opportunità – ha detto il Ministro degli esteri turco, Ahmet Davutoğlu -, inclusa quella che gli è stata offerta dalla Lega Araba. Le alternative sono ormai esaurite, ma non è che una conseguenza delle loro scelte”.

La sordità di Damasco alla sollecitata apertura a un contingente di osservatori aveva indotto domenica la Lega Araba ad adottare una serie di sanzioni, volte a strangolare l’economia siriana.

Fonti diplomatiche prevedono per venerdì una sessione speciale del Consiglio Onu per i diritti umani dedicata alla Siria.