ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ossezia del Sud: voto annullato, vincitrice si autoproclama presidente

Lettura in corso:

Ossezia del Sud: voto annullato, vincitrice si autoproclama presidente

Dimensioni di testo Aa Aa

Difende la sua vittoria alle elezioni in Ossezia del Sud Alla Zhioeva dopo l’annullamento del risultato da parte della Corte Suprema.

L’ex ministro dell’educazione si è autoproclamato presidente della regione georgiana che è stata al centro del conflitto tra Mosca e Tiblisi nel 2008. La Corte Suprema ha annullato la sua vittoria al secondo turno del 27 novembre, concludendo che i sostenitori della Zhioeva hanno impedito agli elettori di esprimere la loro volontà.

“La gente deve difendere il proprio diritto al voto fino alla fine”, afferma Zhioeva. “Hanno fatto la loro scelta e ora devono proteggerla, attraverso azioni di disobbedienza civile”.

Nell’altro fronte fanno festa i sostenitori di Anatoli Babilov, il candidato di Mosca. Appoggiato dal presidente russo Dimitri Medvedev e dal presidente sud-osseto uscente Edouard Kokoity, aveva denunciato brogli elettorali.

A meno che lo scontro politico non cambi le carte in tavola, Babilov ha la strada spianata alle elezioni che si svolgeranno di nuovo il 25 marzo. Ad Alla Zhioeva è stato vietato di ricandidarsi. Entrambi filorussi, hanno due visioni diverse del futuro dell’Ossezia del sud, la cui autoproclamata repubblica è riconosciuta da Mosca, ma non dalla comunità internazionale. Per Babilov potrebbe entrare a far parte della Russia, per Zhioeva deve restare indipendente.