ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il partito salafita candida donne senza volto

Lettura in corso:

Il partito salafita candida donne senza volto

Dimensioni di testo Aa Aa

Donne in politica, ma senza volto. Il partito salafita egiziano ha scatenato le proteste dei movimenti femministi. Ammettendo la candidatura di decine di donne ha però optato per oscurare con una rosa o con il simbolo del partito la loro immagine. La politica al femminile non la richiede secondo i vertici di Al Nour:

Mohammed Nour partito salafita egiziano: “Non si votano delle modelle, e anche se mettiamo la foto di candidate coperte dal velo, alla gente non interessa. Richiediamo siano qualificate ci concentriamo sul loro curriculum e non sul loro volto”. La scelta ha scatenato la reazione ci chi si batte per i diritti delle donne innescando una polemica che ha finito per coinvolgere l’opinione pubblica:

“Le possibilità di successo delle candidate velate sono minime” – dice un cittadino al Cairo- “Se non si vede il volto della candidata come la si può votare- aggiunge una donna. La rimozione del volto delle donne dai manifesti secondo le attiviste del partito salafita egiziano rapprensenta invece un fatto trascurabile. Rana Jalal, membro fondatore al Nour: “Per me o per qualunque altra donna velata, l’importante è giocare un ruolo nella nostra società. Se ci mostriamo o meno non è importante, ciò che conta è volere servire l’interesse generale”.

Aissa Boukanoun, euronews: “Le donne velate, candidate con il nome del marito e con gli slogan del partito salafita riusciranno ad arrivare in Parlamento per difendere gli interessi dei loro elettori?” –