ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Summit USA-UE: si cercano soluzioni comuni alla crisi economica

Lettura in corso:

Summit USA-UE: si cercano soluzioni comuni alla crisi economica

Dimensioni di testo Aa Aa

Apertura del summit Stati Uniti -Unione europea lunedi’ a Washington, con lo sguardo pero’ rivolto ad Oriente. A Cannes nell’ultimo G20 il presidente americano Obama ha discusso molto piu’ a lungo con colleghi cinesi e di altri paesi in via di sviluppo.

Un cambiamento che non è sfuggito all’ambasciatore americano all’Unione Europea:

“Non giriamo le spalle all’Europa, dice William E. Kennard- “Ci stiamo concentrando molto di piu’ sull’Asia di quanto abbiamo fatto in passato. Nuove potenze stanno emergendo in Asia. E’ importante che prendiamo impegni con loro e che li portliamo dentro il sistema di governance globale, di cui l’Europa e gli Stati Uniti sono stati pionieri nell’ultimo secolo”.

I leaders di Stati Uniti e Unione europea discuteranno della Primavera Araba, dei cambiamenti in Medioriente e delle relazioni con l’Iran.

Ma soprattutto si parlerà della crisi economica e delle ipotesi di maggiore integrazione europea, come spiega Jan Techau, direttore di Carnegie Europe: “Penso che sia passato il tempo in cui gli Americani erano scettici riguardo all’integrazione europea e temevano un’Europa piu’ unita che agisse all’unisono, spiega il direttore di Carnergie Europe. Ora gli americani sono interessati nella stabilità della situazione politica in Europa, ben sapendo che ci saranno conseguenze per loro se questo continente affonda”.

Europa e Stati Uniti parleranno di come sostenere la crescita e l’occupazione per rispondere alla crisi. Lanceranno un gruppo di studio congiunto con l’obiettivo di rafforzare le relazioni economiche bilaterali.