ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Marocco vota per il rinnovo del Parlamento

Lettura in corso:

Il Marocco vota per il rinnovo del Parlamento

Dimensioni di testo Aa Aa

Le consultazioni seguono l’introduzione della nuova Costituzione proposta dal Re Mohammed VI, approvata con un referendum a luglio.

Il voto è considerato un test per le riforme del sovrano e per il Marocco, che si pone come esempio tra le monarchie arabe, in grado di promuovere la democrazia senza rivolte violente.

Per la prima volta il risultato non e’ scontato. Favoriti gli islamisti moderati del PJD, il partito progresso e sviluppo, il principale all’opposizione.

I pronostici annunciano un testa a testa tra il PJD e una coalizione di liberali legati al sovrano. In primis l’RNI, Assembramento nazionale degli indipendenti, di cui fa parte il ministro delle Finanze. Altra formazione agguerrita, l’Istiqlal, letteralmente, “indipendenza”, sono i nazionalisti dell’attuale premier Abbas El Fassi.

Il sistema elettorale, proporzionale corretto, favorisce la frammentazione politica (sono 31 i partiti in lizza) e rende quasi impossibile la conquista della maggioranza assoluta. Il risultato, anche in n questa occasione si attende un governo di coalizione o di unità nazionale.